Autobiografia, storia e politica nella trattatistica di Tristano Caracciolo

Main Article Content

Antonietta Iacono

Abstract

Questo articolo considera la atipica produzione letteraria dell’umanista Tristano Caracciolo (Napoli, 1437-1522) e analizza la sua controversa collocazione nel contesto politico e culturale napoletano tra la fine del secolo XV e l’inizio del XVI. Nel De vitae auctoris actae notitia, le sue memorie, e in altri lavori di taglio autobiografico e storico, Caracciolo, membro della nobiltà napoletana, indirizza la propria attenzione su eventi di grande importanza per la storia di Napoli e del suo regno. L’articolo mostra il ritratto di un intellettuale che non si sentiva completamente schierato con la dinastia regnante e restava fedele al mos maiorum, antico e austero, della nobiltà cittadina.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Iacono, A. (2012). Autobiografia, storia e politica nella trattatistica di Tristano Caracciolo. Reti Medievali Rivista, 13(2), 333-369. https://doi.org/10.6092/1593-2214/360
Sezione
Materiali e note