La linea Guittone-Monte e la nuova parola poetica

Main Article Content

Antonio Montefusco

Abstract

L’articolo ricostruisce la storia intellettuale della poesia toscana del Duecento. In particolare, l’analisi individua nelle opere (poesie e lettere) e nella biografia (dalla vita politica alla conversione religiosa) di Guittone d’Arezzo un progetto culturale alternativo a quello di Brunetto Latini, in concorrenza con le rivoluzioni di Popolo e in stretta relazione con l’azione dei frati Gaudenti. La tradizione letteraria successiva si confronta con questa eredità in maniera critica. A parte il rifiuto di Dante, largamente studiato nella letteratura critica, vengono qui analizzate le risposte di Monte Andrea (anni ’70-’80) e degli intellettuali fiorentini negli anni ’90.

 

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Montefusco, A. (2017). La linea Guittone-Monte e la nuova parola poetica. Reti Medievali Rivista, 18(1), 219-270. https://doi.org/10.6092/1593-2214/5097
Sezione
Saggi in Sezione monografica