La contabilità di vertice nella Corona d’Aragona di Alfonso V

Main Article Content

Enza Russo
https://orcid.org/0000-0002-3863-2981

Abstract

La dilatazione della finanza pubblica che caratterizzò il Quattrocento indusse gli stati europei a dotarsi di sistemi di contabilità più efficaci. Alla tenuta dei conti pubblici bassomedievali la storiografia economica ha rivolto un’attenzione scarsissima, soprattutto se paragonata all’interesse dedicato alla contabilità delle compagnie bancarie e mercantili del tempo. Sulla base della documentazione conservata tra l’Archivo del Reino de València e l’Archivo de la Corona de Aragón di Barcellona, il contributo analizza il sistema dei conti della tesoreria centrale della Corona d’Aragona al tempo di Alfonso V (1416-1458), sottolineando come i registri, suddivisi in differenti serie, non assolvessero a una mera funzione di controllo della gestione finanziaria degli ufficiali. Al contempo, lo studio evidenzia i progressi determinati nell’ambito della contabilità pubblica dall’ampliamento dell’attività finanziaria dello stato nel XV secolo.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Russo, E. (2021). La contabilità di vertice nella Corona d’Aragona di Alfonso V. Reti Medievali Rivista, 22(1). https://doi.org/10.6092/1593-2214/7634
Sezione
Saggi