Pier Damiani, Romualdo e noi. Riflessioni di un camaldolese alle prese con i suoi auctores

Main Article Content

Lorenzo Saraceno

Abstract

L'autore, monaco camaldolese, descrive le due diverse fisionomie culturali di Romualdo e a Pier Damiani, i due personaggi all'origine della tradizione eremitica alla quale egli stesso appartiene. La figura di Romualdo, che ha una significativa dimensione mitica, è storicamente vaga: ma essa sembra generare nei lettori dei giorni nostri maggior "simpatia" rispetto a quella di Pier Damiani, povera di dimensione mitica ma storicamente assai meglio caratterizzata. Nel discutere criticamente questo paradosso, egli analizza i tratti agiografici dei due santi nella Vita Romualdi dello stesso Pier Damiani e nella Vita Petri Damiani di Giovanni di Lodi e approfondisce le relazioni tra il santo e l'agiografo, i tratti "auto-agiografici" che si possono scoprire nelle Lettere di Pier Damiani, e alcuni aspetti della sua idea di santità.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Saraceno, L. (2010). Pier Damiani, Romualdo e noi. Riflessioni di un camaldolese alle prese con i suoi auctores. Reti Medievali Rivista, 11(1), 283-308. https://doi.org/10.6092/1593-2214/25
Sezione
Saggi in Sezione monografica