Cassiodoro, Teodato e il restauro degli elefanti di bronzo della Via Sacra

Main Article Content

Cristina La Rocca

Abstract

L’analisi delle Variae di Cassiodoro permette di accertare l’attenta riflessione dell’autore sul passato, mediante la distinzione/contrapposizione tra antiquitas e vetustas, e il diverso atteggiamento del re goto Teodorico e dei suoi successori riguardo alle iniziative di restauro e di rifacimento edilizio. In particolare si analizza una lettera indirizzata al re Teodato relativa al restauro di quattro elefanti in bronzo collocati sulla Via Sacra, a Roma, e si sottolinea il valore metaforico che Cassiodoro attribuisce all’elefante, provvisto di grande forza ma – in cattività – del tutto dipendente dall’uomo.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
La Rocca, C. (2010). Cassiodoro, Teodato e il restauro degli elefanti di bronzo della Via Sacra. Reti Medievali Rivista, 11(2), 25-44. https://doi.org/10.6092/1593-2214/46
Sezione
Saggi in Sezione monografica