Logiche di potere e strategie documentarie. Produzione e registrazione delle decisioni di governo nello Stato pontificio del secondo Trecento

Main Article Content

Armand Jamme

Abstract

L’impatto delle decisioni degli officiali papali sulle città dello Stato della Chiesa che avrebbero dovuto governare è probabilmente un osservatorio privilegiato di quella “cattiva politica” di cui viene sovente accusato il Papato avignonese nei confronti dei territori pontifici dell’Italia centrale. Quali erano le forme della produzione documentaria dei legati mandati a governare lo Stato pontificio nella seconda metà del Trecento? Quali conseguenze ebbe lo sviluppo dei carteggi legatizi sul sistema documentario comunale? In che misura le strategie di collazione messe in opera dai regimi comunali sono rivelatrici della loro sensibilità politica? Questi sono i principali interrogativi affrontati in questo saggio, che mira a illustrare la collisione tra le secolari consuetudini di produzione e conservazione documentaria della Chiesa e dei comuni, in questo caso Orvieto e Spoleto.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Jamme, A. (2008). Logiche di potere e strategie documentarie. Produzione e registrazione delle decisioni di governo nello Stato pontificio del secondo Trecento. Reti Medievali Rivista, 9(1), Art. #17. https://doi.org/10.6092/1593-2214/106
Fascicolo
Sezione
Saggi in Sezione monografica